ANEC

DL MISURE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE E AL LAVORO

E’ stato approvato in Consiglio dei Ministri venerdì 15 ottobre un nuovo Decreto Legge che introduce misure urgenti in materia economica e fiscale e a tutela del lavoro, decreto-legge 21 ottobre 2021 n. 146.

Di rilevante interesse è l’introduzione di ulteriori settimane di cassa integrazione per i lavoratori, fino al 31 dicembre 2021. Per tutte le imprese che abbiano terminato le 28 settimane già richieste ed approvate, da utilizzarsi nel periodo 01 aprile-31 dicembre 2021, è possibile ricorrere ad ulteriori 13 settimane da utilizzarsi nel periodo 01 ottobre-31 dicembre 2021.
ART. 13 (Ulteriori disposizioni in materia di trattamenti di integrazione salariale)
1. I datori di lavoro di cui all’articolo 8, comma 2, del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021, n. 69 che sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all'emergenza epidemiologica da COVID-19 possono presentare, per i lavoratori in forza alla data di entrata in vigore del presente decreto, domanda di assegno ordinario e di cassa integrazione salariale in deroga di cui agli articoli 19, 21, 22 e 22-quater del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27 per una durata massima di tredici settimane nel periodo tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2021, secondo le modalità previste al comma 4. Per i trattamenti concessi ai sensi del presente comma non è dovuto alcun contributo addizionale. I trattamenti di cui al presente comma sono concessi nel limite massimo di spesa pari a 657,9 milioni di euro per l’anno 2021, ripartito in 304,3 milioni di euro per i trattamenti di assegno ordinario e in 353,6 milioni di euro per i trattamenti di cassa integrazione in deroga. L'INPS provvede al monitoraggio del limite di spesa di cui al presente comma. Qualora dal predetto monitoraggio emerga che è stato raggiunto anche in via prospettica il limite di spesa, l'INPS non prende in considerazione ulteriori domande.
2. [..]
3. Le tredici settimane dei trattamenti di cui al comma 1 [..] sono riconosciute ai datori di lavoro ai quali sia stato già interamente autorizzato il periodo di ventotto settimane di cui all'articolo 8, comma 2, del decreto-legge n. 41 del 2021 o il periodo di diciassette settimane di cui all’articolo 50-bis, comma 2, del decreto-legge n. 73 del 2021, decorso il periodo autorizzato.
4. Le domande di accesso ai trattamenti di cui al presente articolo devono essere inoltrate all'INPS, a pena di decadenza, entro la fine del mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa. In fase di prima applicazione, il termine di decadenza di cui al presente comma è fissato entro la fine del mese successivo a quello di entrata in vigore del presente decreto-legge.

Documenti

In evidenza