ANEC

APPROVATO IL DL SOSTEGNI

Il Consiglio dei Ministri di venerdì 19 marzo 2021 ha approvato il decreto legge c.d. “Sostegni”. Per una prima consultazione, si inviano in allegato alcune slide di riepilogo sui ristori e sulle misure per il lavoro e il DL bollinato, pronto alla prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Le principali misure contenute nel decreto legge riguardano:

- Contributo a fondo perduto per le imprese che abbiano una perdita del fatturato medio mensile, nel 2020 rispetto al 2019, almeno del 30%. Cinque fasce di ristoro basate sul fatturato 2019:
* 60% della perdita media mensile per fatturati inferiori a 100mila €
* 50% per fatturati fra 100mila e 400mila €
* 40% per fatturati fra 400mila e 1 milione di euro
* 30% per fatturati fra 1 e 5 milioni di euro
* 20% per fatturati fra 5 e 10 milioni di euro 
- I contributi erogati saranno compresi fra un minimo di 1.000€ per le persone fisiche, 2.000€ per le persone giuridiche e un massimo di 150.000€ per beneficiario.

- Cancellazione delle cartelle esattoriali fino a 5.000€ del periodo 2000- 2010 per i soggetti con reddito inferiore a 30.000€

- Proroga della sospensione delle attività di riscossione coattiva fino al 30 aprile

- All’art. 6 si definiscono interventi a riduzione degli oneri sulle bollette elettriche per i mesi di aprile maggio e giugno 2021, alle voci di bolletta identificate come "trasporto e gestione del contatore" e "oneri generali di sistema". Si prevede inoltre un abbattimento del 30% del canone di abbonamento alle radioaudizioni per le strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico

- All’art.28 si interviene sul limite del regime-quadro per l’adozione di misure di aiuti di Stato innalzando il limite da 800.000€ a 1,8milioni di euro

- All’art. 36 si interviene sul fondo emergenze per lo spettacolo e audiovisivo incrementando di ulteriori 200 milioni di euro la parte corrente.

MISURE PER I LAVORATORI
- Cassa integrazione in deroga e assegno ordinario legati all’emergenza “Covid” fino al 31 dicembre 2021, per una durata massima di 28 settimane dal 1° aprile al 31 dicembre.

- Blocco dei licenziamenti per i lavoratori delle aziende coperte da strumenti in deroga fino al 31 ottobre 2021.

- Ulteriore proroga fino al 31 dicembre della possibilità di prorogare e rinnovare contratti a termine senza causali.

Rimandando a più dettagliata relazione sui provvedimenti, si allega il DL con bollinatura, slide della PCM sui principali temi e slide del Ministero del Lavoro, inerenti i principali provvedimenti adottati per il sostegno al lavoro.

Documenti

In evidenza