ANEC

ULTERIORI RISORSE A SOSTEGNO DELL'ESERCIZIO

Con la firma di due nuovi decreti, il Ministro Dario Franceschini ha stanziato ulteriori risorse a sostegno dell’esercizio cinematografico. Per un totale di 22 Milioni di Euro prelevati dal Fondo Emergenze, che si sommano ai 20 Milioni già stanziati per il contributo a fondo perduto e ai 14 Milioni di prossima integrazione per il credito d’imposta alla programmazione, il nuovo stanziamento sarà così destinato:
- 20 Milioni a fondo perduto per i mancati incassi del trimestre marzo – maggio;
- 2 Milioni a fondo perduto per i gestori delle sale cinematografiche che abbiano sede legale in Italia, siano in possesso della attestazione di regolarità contributiva e programmino nella sala all’aperto almeno 40 proiezioni, gratuite o a pagamento, tra il 15 giugno e il 30 settembre 2020.

I 20 Milioni rappresentano la nuova destinazione per l’esercizio del fondo 2020 del piano straordinario, che pertanto per l’anno in corso non avrà dotazione. Al momento si è in attesa dei decreti definitivi attualmente alla firma alla Corte dei Conti.

Si riporta qui di seguito il comunicato stampa ufficiale del Mibact:
"Queste ulteriori risorse andranno a incrementare i 20 milioni già stanziati per sostenere le sale cinematografiche, duramente colpite dalla chiusura nel periodo del lockdown e che ora conoscono una lenta ripresa”.
Così il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha dichiarato firmando il decreto che, dopo il primo stanziamento di 20 milioni con il decreto dello scorso 5 giugno, raddoppia con altri 20 milioni di euro le risorse, sempre a valere sul Fondo emergenza cinema e spettacolo, istituito con il DL Cura Italia. I 20 milioni andranno a potenziare il ristoro dei mancati introiti da biglietteria delle sale cinematografiche.
Inoltre, il decreto destina ulteriori 2 milioni di euro al sostegno della programmazione delle sale all’aperto nella stagione estiva. Queste ultime risorse verranno ripartite tra i beneficiari in parti uguali, entro il limite di 10.000 euro per ciascun beneficiario. Potranno presentare domanda i gestori delle sale cinematografiche che abbiano sede legale in Italia, siano in possesso della attestazione di regolarità contributiva e programmino nella sala all’aperto almeno 40 proiezioni, gratuite o a pagamento, tra il 15 giugno e il 30 settembre 2020.
Il decreto è stato inviato agli organi di controllo e sarà disponibile sul sito del MiBACT www.beniculturali.it ad avvenuta registrazione.

Entro cinque giorni dalla data di registrazione, la Direzione generale Cinema e Audiovisivo pubblicherà un avviso pubblico con le modalità e le scadenze per la presentazione delle domande di contributo.

In evidenza