ANEC

UNIC: I DATI SUL PUBBLICO IN EUROPA NEL 2022

15/02/2023

L’UNIC ha fornito ieri le stime del box office 2022 nei territori europei, con un aumento degli spettatori del 36,5% rispetto al 2021 e un incasso totale oltre i 5,6 miliardi di euro (+55,6%). L’area EMEA, che include Medio Oriente e Africa, mostra un aumento da 4,4 a 6,6 mld € secondo Gower Street Analytics. La ripresa maggiore proviene da mercati minori come Austria (96%), Repubblica Ceca (94), Slovenia (149), mentre Francia, Regno Unito e Germania mostrano aumenti tra il 62 e il 92,5% sul 2021. Spagna e Italia sono cresciute rispettivamente del 50 e dell’81%, anche se la loro ripresa rispetto al triennio 2017-2019 appare più lenta. Rispetto all’anno record 2019, gli spettatori stimati in tutta Europa sono diminuiti del 40,3%, gli incassi del 34,4% (se si considerano UE e Regno Unito, il calo è rispettivamente -35,1% e -30,8%). Tra le cause della ripresa parziale: il calo dell’offerta statunitense, le restrizioni anti-covid durate in alcuni territori (inclusa Italia) fino a giugno, un inizio anno molto lento e un’estate debole.

Film di maggior incasso 2022 Top Gun: Maverick, oltre 1,48 mld $ al botteghino globale, primo in UK (78,2 M£) e Svezia (10,56 M€), secondo in Francia (55,73 M€) e Germania (35,53 M€) dietro Avatar: La via dell’acqua, che finora ha incassato oltre 2,21 mld $. Film nazionali rilevanti soprattutto in Francia (40,9% del mercato), Repubblica Ceca (33,5%), Danimarca (26%) e Finlandia (25,2%).

Anche le Giornate nazionali di cinema hanno contribuito ad aumentare le presenze: in Francia più di 3,2 milioni hanno frequentato la Fête du Cinéma (+4% sulle 3 edizioni pre-pandemia); in Germania il primo Kinofest ha portato quasi 1,1 milioni di spettatori; in Italia, Cinema in Festa ha registrato oltre 1,13 milioni di presenze, +123% sullo stesso weekend 2021 e +317% sul precedente; il primo Cinema Day in UK e Irlanda ha attirato rispettivamente 1,46 milioni e 153mila presenze. Un evento simile è stato organizzato in Grecia, Norvegia, Svezia, Polonia e Olanda.

“Le cifre mostrano chiaramente che i cinema europei sono sulla strada della ripresa. Una fornitura costante di titoli nuovi e diversificati sarà fondamentale per la crescita degli spettatori nel 2023”, ha commentato il CEO UNIC Laura Houlgatte. “I primi risultati di quest’anno confermano la tendenza positiva”. Gower Street Analytics stima per il 2023 un incasso di 7,06 mld $ nell’area EMEA (+7%) e di 29 mld $ a livello globale (+12%).