ANEC

MONICA VITTI: IL RICORDO DELL'ANEC

02/02/2022

Di Monica Vitti tutti ricorderanno sempre il carisma, la luce negli occhi e il sorriso, oltre all’innato senso dell’umorismo, all’autoironia che l’hanno fatta amare (e mai dimenticare, nonostante il ritiro dalle scene) da intere generazioni di italiani, con una filmografia che non ha eguali.

Attrice di supremo talento e versatilità, dopo l’avvio di una fortunata carriera teatrale ha lasciato un’impronta indelebile nel cinema lavorando con tutti i grandi, da Antonioni a Risi, da Monicelli a Scola, e da pari a pari con i mostri sacri della commedia all’italiana, fino a debuttare alla regia nel 1990.

Un ricordo particolare lo custodisce l’ANEC, unitamente al ringraziamento perenne per aver prestato la propria voce al cortometraggio celebrativo dei primi 100 anni di cinema, nel 1995: dieci cortometraggi dei Fratelli Lumière ravvivati dal suo divertito e impeccabile commento. Una partecipazione convinta e immediata, una disponibilità e una professionalità assolute come sempre nella sua lunga e brillante carriera.