ANEC

ANEC, 5 SEZIONI TERRITORIALI: PROMOZIONE MIBACT IN SINERGIA COI CINEMADAYS

15/07/2016

ANEC, 5 SEZIONI TERRITORIALI: PROMOZIONE MINISTERIALE IN SINERGIA CON CINEMADAYS

Alcuni presidenti di importanti regioni avanzano richieste per contribuire alla riuscita del progetto “mercoledì a due euro”

 

La proposta del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per una forte operazione promozionale nei cinema è oggetto di discussione all’interno dell’esercizio. Sulla proposta, voluta fortemente dal ministro Dario Franceschini e che prevede un mercoledì al mese da settembre a dicembre con biglietti a due euro per tutti gli spettacoli, si registra la presa di posizione comune di alcuni presidenti di importanti sezioni regionali Anec.

“Abbiamo massima apertura e disponibilità nei confronti della proposta del ministro – dichiarano i presidenti regionali – ma chiediamo che la nuova promozione, con modalità da concordare ovviamente anche con i distributori (a partire dalle percentuali di noleggio), non comprometta quanto già messo in atto su tale fronte dagli operatori. In particolare chiediamo che sia possibile mantenere e sostenere come nelle precedenti edizioni la promozione CinemaDays (peraltro con una formula anche adattabile alla nuova promozione), un format che ha già dimostrato di funzionare e su cui il settore e soprattutto gli esercenti sul territorio hanno investito tanto. Oltre tutto crediamo si possano sviluppare forti sinergie tra le due iniziative, da non considerare pertanto in contrapposizione avendo entrambe la finalità di aumentare le presenze al cinema e riportare in sala quanti la frequentano poco o per nulla”.

I cinque presidenti che firmano la nota aggiungono: “Comprendiamo la valenza del progetto, che pure richiede un ulteriore sforzo all’esercizio ma cui desideriamo contribuire al meglio insieme ai nostri associati. Per questo, in un momento di grande difficoltà dell’esercizio cinematografico, pur prendendo atto della grande attenzione del Ministero e della Direzione Generale per il Cinema sul ddl in discussione in Parlamento che può essere un punto di svolta per il settore, chiediamo che sia data immediata soluzione allo sblocco dei fondi 2016 per la ristrutturazione delle sale, attraverso l’emanazione del decreto attuativo legato alla legge di stabilità. Si tratta di un’emergenza assoluta per l’esercizio, che sta provocando incertezze non più accettabili sugli investimenti a tanti proprietari e gestori di cinema. Crediamo infine che la Direzione Generale per il Cinema debba favorire per i mercoledì a due euro la concertazione delle modalità operative con la distribuzione, con certezza sul posizionamento dei titoli e su una rivalutazione delle percentuali di noleggio, per non compromettere l’adesione dell’esercizio e un esito positivo dell’operazione promozionale”.

 

La dichiarazione è firmata da Simone Castagno (Anec Piemonte), Enrico Signorelli (Anec Lombarda), Tiziano Solmi (Anec Tre Venezie), Andrea Malucelli (Anec Emilia Romagna) e Giorgio Ferrero (Anec Lazio)