ANEC

FONTANA: NEL DECRETO CULTURA PIU' ATTENZIONE AL CINEMA

24/05/2014

“Estremamente positiva la continuità nell’attenzione del governo nei confronti del mondo della cultura, nell’auspicio che si realizzino a breve le condizioni per attuare interventi urgenti a favore delle sale cinematografiche e dello spettacolo dal vivo”. Così afferma Carlo Fontana, presidente Agis, in merito al Decreto Cultura approvato ieri dal governo. “In attesa del testo definitivo del provvedimento – continua Fontana – sono da sottolineare gli interventi per favorire il mecenatismo culturale, la messa a regime al 3% della quota di risorse destinate alla cultura dagli investimenti infrastrutturali, e le misure che proseguono sulla strada della riforma delle fondazioni lirico-sinfoniche”. Importante anche l’attenzione nei confronti della produzione cinematografica, afferma il presidente Agis, “non supportata però da analoga attenzione nei confronti della sala, che necessita di interventi urgenti senza i quali il mercato conoscerebbe una drastica riduzione delle piccole e medie imprese”. A tale proposito l’Agis ribadisce, insieme alle associazioni dell’esercizio cinematografico Anec, Acec e Fice, la necessità di provvedimenti urgenti riguardanti in particolare il credito di imposta e le imposte comunali, con queste ultime che incidono pesantemente anche sulle strutture dello spettacolo dal vivo. Tra le altre urgenze dello spettacolo, sottolinea Fontana, l’introduzione del tax credit per lo spettacolo dal vivo. Importante anche un intervento del Mibact per la sollecita emanazione del decreto riguardante la sicurezza sul lavoro per spettacoli musicali, teatrali e cinematografici, da tempo all’esame dei ministeri del Lavoro e della Salute.