ANEC

I DATI 2015 UNIC IN TUTTA EUROPA

L’Unione Internazionale dei Cinema (UNIC) ha reso noti i risultati 2015 nei diversi mercati europe, per molti un’annata record. Il totale degli spettatori nei Paesi UE (che hanno reso disponibili i dati) è aumentato del 6,9% rispetto al 2014, mentre nei mercati rappresentati dall’UNIC l’aumento è del 5,5%, con più di 1,2 miliardi di biglietti venduti. Se le produzioni nazionali hanno avuto buoni risultati in diversi paesi, a fare la differenza sono stati principalmente titoli internazionali usciti lungo tutto l’anno, tra cui: Cinquanta sfumature di grigio, Fast & Furious 7, Minions, Spectre, Jurassic World e Star Wars: Il risveglio della Forza.

In Gran Bretagna il botteghino è aumentato del 17,3%, gli spettatori del 9,2%; significativo aumento anche in Germania (incassi +16%, presenze +9,4%), trainato dal successo di Fuck you, prof 2. I paesi scandinavi hanno avuto risultati positivi grazie alla produzione locale, come Klovn forever in Danimarca (biglietti +21,8%, presenze +15,2%), Luokkakokus in Finlandia (+25,5%/+18,9%), Bølgen in Norvegia (+13,8%/+8,6%). Se la Francia ha nuovamente registrato più di 200 milioni di spettatori, le presenze sono leggermente diminuite dell’1,4%, a causa del minor successo delle produzioni nazionali rispetto al 2014. Analoga situazione in Turchia, con gli incassi a +4,4% e le presenze a -1,3%.

In Italia si sono manifestati segnali di ripresa con un incremento del 10,9% degli incassi e dell’8,6% delle presenze. Risultati positivi anche in Spagna (incassi +9,2%, presenze +7,5%), con Ocho apellidos catalenes in testa ai Top Five; in Portogallo, che ha visto Opatio das cantigas chiudere al terzo posto, le presenze sono aumentate del 20,2%, gli incassi del 19,4%. La Polonia è diventato uno dei principali mercati europei, con quasi 45 milioni di biglietti (+10,6%, incassi +13,2%), ma i risultati sono ugualmente positivi in altri mercati del Centro ed Est Europa, in particolare Bulgaria (+11,1%/+8,7%), Repubblica Ceca (+14,1%/+11,7%), Ungheria (+20,1%/+18,4%) e Romania (+16,6%/+18%). Il dato complessivo degli ingressi per capita è di 1,5, esattamente come nel 2014. Francia (3,1) e Irlanda (3,3) presentano il dato più elevato. La classifica dei mercati con più spettatori vede in testa la Francia (206 milioni), a seguire Russia (175,8), Gran Bretagna (171,9), Germania (133), Italia (dato Cinetel: 99,4), Spagna (94), Turchia (60,5). I dati definitivi saranno resi noti in primavera.            

Documenti

In evidenza