ANEC

DECRETO 7/10: ULTERIORI 20 MILIONI DI EURO DEL FONDO EMERGENZE

La Direzione Generale Cinema e Audiovisivo ha pubblicato il DM 7 ottobre 2020 recante “Ulteriore riparto di quota parte del Fondo emergenze di parte corrente di cui all’articolo 89 del decreto-legge n. 18 del 2020 per il sostegno delle sale cinematografiche” che incrementa il Fondo emergenza a sostegno delle sale cinematografiche di ulteriori 20 milioni di euro.
Si tratta dell’importo già condiviso che implementa il totale dei contributi a fondo perduto per le sale cinematografiche da 40 a 60 Milioni complessivi. Tali risorse sono ripartite con le stesse modalità previste all’articolo 2, comma 1, del DM del 5 giugno 2020.

Si precisa che le risorse vengono erogate ai gestori delle sale al 7 ottobre 2020 (data del nuovo decreto ministeriale). Eventuali variazioni dei soggetti gestori delle sale cinematografiche beneficiarie del contributo ai sensi del DD 25 agosto 2020 devono essere comunicate entro e non oltre il 16 novembre 2020.
A tal fine, la nuova impresa subentrante:
* procede all’iscrizione nella apposita sezione della piattaforma DGCOL (nel caso in cui non sia già iscritta);
* presenta apposita richiesta di associazione della sala cinematografica inviando una pec all’indirizzo: mbac-dg-c.servizio2@mailcert.beniculturali.it e in copia conoscenza all’indirizzo: dg-ca.interno1@beniculturali.it recante a OGGETTO “Richiesta variazione gestore sala cinematografica”, in cui siano specificati:
§ Il nome della sala di cui si richiede l’associazione alla nuova impresa;
§ l’indirizzo della sala cinematografica (via, numero, CAP, Comune, Provincia);
§ la denominazione, la partita IVA e l’indirizzo email dell’account della nuova impresa subentrante nella gestione;
§ la denominazione della società che ha ceduto la gestione della sala.
Alla mail deve essere allegata la richiesta formale di assegnazione all’impresa subentrante, con descrizione della motivazione (es: acquisizione, fusione societaria, acquisto dell’immobile, etc.) e la trasmissione della documentazione attestante tale motivazione (es: atti di cessione e acquisto, atti di fusione, etc.).
La Direzione Generale Cinema e Audiovisivo procederà con l’associazione della sala cinematografica alla nuova impresa subentrante dopo apposito esame della richiesta e della documentazione allegata.
Si sottolinea che qualsiasi richiesta non conforme alle prescrizioni sopra descritte non sarà presa in considerazione.

Documenti

In evidenza