ANEC

CHIARIMENTI SULLE DOMANDE DEFINITIVE TAX CREDIT


Si fa seguito alle precedenti comunicazioni in materia per informare che, a decorrere dallo scorso 3 aprile, la DG Cinema ha ATTIVATO la creazione delle domande definitive di credito d’imposta sugli investimenti, (c.d. “tax credit investimenti) ex art. 17 della legge cinema, per tutte le domande presentate nel 2018 e che abbiano ultimato i lavori. Conseguentemente, anche in assenza delle lettere di riconoscimento del credito d’imposta provvisorio, chi avesse già terminato i lavori alla data del 6 febbraio 2019, deve procedere con la creazione, perfezionamento ed invio della domanda definitiva entro e non oltre il 7 maggio 2019, data ultima del termine di 90 giorni definito dalla prima attivazione delle domande definitive avvenuta il 7 febbraio 2019.

A seguire, alcuni chiarimenti forniti dalla Direzione Generale Cinema in merito ad alcuni aspetti sia relativi alla predisposizione delle richieste definitive dell’art 17 che ad altri.

1. PAGAMENTI
Potranno essere inserite nella richiesta definitiva di credito d’imposta sugli investimenti tutte le spese sostenute e pagate entro la data d’invio della domanda stessa (data ultima di invio della domanda ricordiamo essere il 7 maggio 2019).

2. ACQUISTO DI BENI IN LEASING
Al riguardo la DG Cinema conferma quanto espresso nel chiarimento del 17/12/2018 (pag. 10 del documento reperibile allink:
http://www.cinema.beniculturali.it/uploads/DCO/2019/20181217_ chiarimenti-tax-credit-sale.pdf), ossia che è ammissibile unicamente il costo relativo alle quote effettivamente pagate alla data di presentazione della domanda definitiva.

3. RILEVANZA DELLE DATE DI INIZIO E TERMINE DEGLI INVESTIMENTI
Contrariamente a quanto avviene per il “Piano Straordinario” ex art. 28 della legge, per il “tax credit investimenti” rileva unicamente la data di inizio e fine lavori, a prescindere dalla data di avvio dell’investimento. Il certificato di regolare esecuzione dei lavori deve quindi essere riferito alla data di inizio e termine LAVORI. 

4. CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE DEI LAVORI (art. 12, comma 2, lettera a) DM 15 marzo 2018)
E’ obbligatorio per lavori che richiedano l’apertura di SCIA o DIA secondo la normativa vigente. Non è obbligatorio in caso di lavori di manutenzione (es: rifacimento della pavimentazione). In caso di lavori che prevedano il rilascio di una certificazione (es: rifacimento dell’impianto elettrico), è obbligatorio l’invio della documentazione attestante la conformità del nuovo assetto allanormativa. 

5. MODALITA’ DI FIRMA DEGLI ALLEGATI
La regola generale è che tutte le autodichiarazioni rese dal soggetto richiedente debbano essere firmate DIGITALMENTE, mentre le certificazioni rese da soggetti terzi possono essere firmate non digitalmente, con l’unica eccezione della certificazione sull’effettività delle spese sostenute.
Quindi, riassumendo: 
a) Autocertificazione dei requisiti di ammissibilità:firma digitale;
b) Certificato di regolare esecuzione dei lavori - obbligatorio solo in caso di esecuzione di opere edili: no firma digitale;
c) Documentazione attestante la data di inizio lavori:no firma digitale in caso di documentazione resa da terzi; firma digitale in caso di autodichiarazione;
d) Attestazione dell'effettività delle spese sostenute (Art. 12, comma 2, lettera b, DM 15 Marzo 2018 c.d. “Altri Tax Credit"): firma digitale

BANDO CIPE
Si ricorda che la DG Cinema provvede a rideterminare proporzionalmente il contributo assegnato nel caso in cui, a consuntivo, i costi risultino inferiori di più del 10% dei costi indicati a preventivo. La decurtazione NON si applica alleistanze il cui contributo sia stato già decurtato fino al massimo concedibile di 50.000 €, purché in ogni caso il contributo non ecceda l’80% dei costi complessivi (a consuntivo).

CREDITO D’IMPOSTA ALLA PROGRAMMAZIONE
Si rende noto che dallo scorso 3 aprile la DG Cinema ha iniziato ad inviare le lettere di riconoscimento del credito d’imposta alla programmazione relativo alle richieste inviate nell’anno 2018.

Documenti

In evidenza