ANEC

NATO: "TORNATI ALLA NORMALITA', I CINEMA SARANNO SEMPRE LI' CON TANTI BUONI FILM"

18/03/2020

Pubblichiamo di seguito il testo integrale del comunicato diffuso ieri pomeriggio dalla NATO, l’associazione di sale cinematografiche del Nord America. Il testo fa seguito alla chiusura ormai quasi totale dei cinema negli Stati Uniti, ed anche all’annuncio Universal di distribuire da venerdì 20 Trolls World Tour direttamente in VOD (e nelle poche sale rimaste aperte) assieme a tre titoli di recente uscita nei mercati mondiali (The hunt, The invisible man ed Emma).

Mentre il Covid-19 s’impadronisce di diverse aree del mondo in tempi diversi, le autorità e i cittadini sono alle prese con decisioni su quando chiudere i locali aperti al pubblico e limitare le attività personali. Le sale cinematografiche, in particolare, hanno affrontato limitazioni e chiusure volontarie o imposte. La maggior parte delle sale cinematografiche sono adesso chiuse. La nostra industria continuerà a far fronte alle proprie responsabilità verso il pubblico e rispetterà le ordinanze sanitarie. I  nostri partner della distribuzione hanno posticipato le principali nuove uscite in risposta alla situazione del Coronavirus nei mercati di tutto il mondo. Altri titoli di  non immediata uscita non hanno subito modifiche nella data di uscita.

Nonostante le congetture dei media sul fatto che la chiusura temporanea dei cinema porterà all’uscita accelerata o esclusiva dei titoli per le sale in home streaming, tali speculazioni ignorano la logica finanziaria sottostante agli investimenti delle major in tali film. Per evitare perdite catastrofiche alle major, questi titoli devono avere un’uscita cinematografica più ampia possibile nel mondo. Mentre una o due uscite possono fare a meno dell’uscita nelle sale, da quanto comprendiamo a seguito di discussioni con i distributori, la gran parte delle uscite differite sarà riposizionata per l’uscita cinematografica non appena la vita tornerà alla normalità.

Una volta riposizionati, questi titoli formeranno un listino di film ancora più ricco del solito, in quanto inseriti in un già robusto calendario di uscite. Nessuno può prevedere con precisione quando la vita pubblica tornerà alla normalità, ma ciò accadrà. La natura sociale degli esseri umani, ciò che ci espone al contagio e che rende così difficile cambiare abitudini come risposta alle minacce di pandemia, è anche la cosa che ci dà fiducia nel futuro. La gente tornerà ad andare al cinema perché è fatta così. Quando tornerà, riscoprirà l’esperienza innovativa, immersiva di intrattenimento che è stata costretta a rammentare di non poter replicare a casa. Nell’incerta, difficile economia che ci attende le sale cinematografiche svolgeranno il ruolo abituale, che siano tempi di crescita o di recessione: la più popolare e conveniente forma di intrattenimento disponibile fuori casa.

Laddove i cinema risentiranno dei danni economici a breve termine, e molti dei loro 150mila dipendenti affronteranno disagi personali, quando questa crisi sarà passata e la gente avrà fatto ritorno alla sua natura sociale congenita, le sale cinematografiche saranno lì dove sono sempre state, con un’offerta ricca di film di qui al futuro.