ANEC

CANNES, SI DELINEA LA GRIGLIA DEI MAESTRI

16/04/2019

Giovedì 18 sarà resa nota la selezione di Cannes 2019. Sembra certo, come anticipato dalla stampa nelle ultime settimane, che torneranno sulla Croisette autori di pregio come Xavier Dolan (anche protagonista di “Matthias & Maxime”), Pedro Almodovar con "Dolore e gloria", già uscito in Spagna; Ken Loach (già due volte Palma d'oro) con "Sorry We Missed You”, oltre naturalmente al già annunciato film d'apertura di Jim Jarmusch, “The Dead Don’t Die”, che sarà in concorso. 

E ancora, saranno con ogni probabilità a Cannes Marco Bellocchio con "Il traditore", Terrence Malick col dramma bellico rinominato “A Hidden Life”; il coreano Bong Joon-Ho con “Parasite”; i fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne con “Ahmed”, il brasiliano Kleber Mendonça Filho con “Nighthawk”.

Per quanto riguarda il cinema a stelle e strisce, sembra confermato  "Frankie" di Ira Sachs con Isabelle Huppert, così come sono  probabili "Ad astra" di James Gray e il biopic su Elton John "Rocketman", mentre non è detto che "C'era una volta a Hollywood" di Quentin Tarantino. attualmente in post-produzione, sia pronto in tempo (l'annuncio sarà dato, sembra, in un secondo momento); potrebbe invece entrare, sempre da casa Sony, il nuovo "Piccole donne" di Greta Gerwig, interpretato da Meryl Streep, Emma Stone, Saoirse Ronan, Timothée Chalamet.

Prima volta in concorso per la francese Céline Sciamma con il film in costume “Portrait d'une jeune fille en feu". Per il resto, la presenza francese è tutta da verificare. Tra i candidati: Abdellatif Kechiche con “Mektoub, My Love: Canto Due”; Arnaud Desplechin con “Oh Mercy”; Alice Winocour con “Proxima” che vede Eva Green nel ruolo di un'astronauta; "Les Misèrables" dell'esordiente Ladj Ly (prevedibile una forte presenza di registe donne); la coppia di "Quasi amici" Olivier Nakache ed Eric Toledano con "The Specials”.

Altre presenze probabili, il cileno Pablo Larrain con "Ema”, il palestinese Elia Suleiman con “It Must Be Heaven”, l'austriaca Jessica Hausner con la fantascienza girata in inglese “Little Joe”.