ANEC

DAVID DI DONATELLO, 15 CANDIDATURE PER "DOGMAN"

20/02/2019

Due donne candidate alla miglior regia per i David di Donatello: non era mai successo. È la prima vera edizione sotto l’effettiva presidenza di Piera Detassis. Alice Rohrwacher con Lazzaro felice (8 in tutto le candidature) e Valeria Golino con Euforia (7) si contenderanno il David per la regia con Mario Martone (Capri-Revolution, 13), Luca Guadagnino (Chiamami con il tuo nome, 12) e Matteo Garrone (Dogman che ha il record di candidature, 15). La prima edizione con revisione della giuria offre anche il neonato Premio dello Spettatore, destinato al film di maggiore riscontro sul fronte degli spettatori in sala.

Nella categoria Miglior Film ci sono Lazzaro felice, Euforia, Dogman, Chiamami con il tuo nome, a loro si aggiunge Sulla mia pelle (9 candidature). Il regista del film, Alessio Cremonini, è nella cinquina dei registi esordienti con Luca Facchini per Fabrizio De Andrè - Principe libero; Fabio e Damiano D’Innocenzo per La terra dell’abbastanza; Simone Spada per Hotel Gagarin Valerio Mastandrea con Ride. Luca Marinelli se la gioca, con il suo cantautore genovese, nella categoria miglior attore, concorrendo con un parterre de roi: Riccardo Scamarcio in Euforia, la scoperta Marcello Fonte in Dogman, Alessandro Borghi per Sulla mia pelle e il Berlusconi-Toni Servillo in Loro. 

Paolo Sorrentino esce dalle candidature principali raccogliendo comunque 12 nomination. In gara per la miglior attrice: Pina Turco per Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis (candidata anche Marina Confalone tra le non protagoniste), Marianna Fontana per Capri- Revolution, Alba Rohrwacher per Troppa GraziaAnna Foglietta per Un giorno all’improvvisoElena Sofia Ricci per Loro. Nella cinquina dei documentari Nanni Moretti con Santiago, Italia. Già annunciato il miglior cortometraggio: Frontiera di Alessandro Di Gregorio.

La cerimonia di consegna dei David andrà in onda su Rai1 il 27 marzo, condotta da Carlo Conti.