ANEC

TUTTE LE CANDIDATURE AI DAVID DI DONATELLO

16/02/2018

Annunciate le cinquine del David di Donatello 2018, alla presenza di Piera Detassis, nuovo presidente della Fondazione, di Giuliano Montaldo, Carlo Conti che condurrà la diretta su Rai Uno il prossimo 21 marzo, del direttore di Rai Uno Angelo Teodoli e di Cecilia Valmarana di Rai Cinema. 

Sono candidati come miglior film: A Ciambra di Jonas Carpignano (7 in tutto le candidature inclusi regia, sceneggiatura, fotografia), Ammore e malavita dei Manetti Bros (15 candidature tra cui regia, sceneggiatura, i non protagonisti Claudia Gerini e Carlo Buccirosso, colonna sonora e canzone), Gatta Cenerentola (7 candidature tra cui David Giovani), La tenerezza (8 candidature tra cui regia, sceneggiatura non originale, Renato Carpentieri e i non protagonisti Micaela Ramazzotti ed Elio Germano), Nico, 1988 (8 candidature tra cui sceneggiatura).

I registi candidati: Carpignano, Manetti, Amelio, Ferzan Ozpetek (Napoli velata è candidato a 11 film, tra cui gli attori Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto e Peppe Barra), Paolo Genovese (The Place ha ottenuto 8 candidature, tra cui il protagonista Valerio Mastandrea e la non protagonista Giulia Lazzarini).

I registi esordienti: Cosimo Gomez per Brutti e cattivi, Roberto De Paolis per Cuori puri, Andrea Magnani per Easy (candidato anche il protagonista Nicola Nocella), Andrea De Sica per I figli della notte e Donato Carrisi per La ragazza della nebbia (4 candidature tra cui sceneggiatura). 4 le candidature per Sicilian Ghost Story di Grassadonia e Piazza, tra cui il David Giovani. Per Come un gatto in tangenziale sono candidati i protagonisti Antonio Albanese e Paola Cortellesi e la non protagonista Sonia Bergamasco. Borghi è candidato anche come non protagonista per Fortunata, che vede in lizza la protagonista Jasmine Trinca. Tra le attrici, da segnalare anche Isabella Ragonese per Sole, cuore, amore e Valeria Golino per Il colore nascosto delle cose.

Le altre candidature: miglior film UE 120 battiti al minuto, Borg McEnroe, Elle, Loving Vincent, The Square. Miglior film straniero: Dunkirk, L’insulto, La la land, Loveless, Manchester By the Sea. Miglior documentario: 78 vai piano ma vinci, Evviva Giuseppe, La lucida follia di Marco Ferreri, Saro, The Italian jobs. Miglior corto: il vincitore Bismillah di Alessandro Grande e poi Confino, La giornata, Mezzanotte zero zero e Pazzo & Bella.

Documenti