ANEC

Cuciniello (ANEC): Paolo Villaggio, comico popolare e protagonista del cinema d’autore

03/07/2017

Con la morte di Paolo Villaggio, scompare un talento originale e popolare del cinema italiano, un attore unico apprezzato nell’ambito della comicità come sul fronte del grande cinema d’autore. «Paolo Villaggio – è il ricordo di Luigi Cuciniello, presidente ANEC – è stato non solo interprete, ma creatore di maschere tragicomiche in grado allo stesso tempo di rappresentare corrosivamente i limiti della società contemporanea e divertire milioni di spettatori, riempiendo le sale cinematografiche – in particolare, ma non solo – con la lunga serie di Fantozzi come pochi altri comici. Ma è stato anche protagonista, forse poco sfruttato per le sue doti, di un cinema d’autore importante che lo ha portato a ottenere consensi di critica e premi prestigiosi». In quest'ambito, da ricordare La voce della luna di Federico Fellini, che gli valse nel 1990 il David di Donatello come miglior attore protagonista, e Il segreto del bosco vecchio di Ermanno Olmi (Nastro d’argento come miglior attore protagonista nel 1994). Tra gli autori con cui ha lavorato, Marco Ferreri, Mario Monicelli e Lina Wertmüller. Villaggio ottenne, tra gli altri riconoscimenti, il Leone d’oro alla carriera alla Mostra di Venezia nel 1992, il Pardo d’onore alla carriera al Festival di Locarno nel 2000 e il David di Donatello alla carriera nel 2009.