ANEC

APPELLO DI 50 REGISTI A SOSTEGNO DELLE SALE CINEMA BRITANNICHE

18/01/2021

50 tra i più importanti registi britannici hanno chiesto al governo di fornire un sostegno finanziario urgente e indispensabile all’esercizio cinematografico. Una lettera al Cancelliere Rishi Sunak, pubblicata dal Sunday Times, afferma che i cinema britannici "sono sull'orlo dell’abisso" a causa dell'impatto del covid-19 e che un sostegno mirato è fondamentale per la loro sopravvivenza.

I produttori Barbara Broccoli, Michael G. Wilson, David Heyman, i registi vincitori dell’Oscar Steve McQueen e Danny Boyle sono tra i firmatari dell’appello, sulla scia della campagna Keep the Magic Alive, lanciata il mese scorso dall'associazione UK Cinema Association. La lettera evidenzia i benefici che le sale cinema arrecano, dai posti di lavoro alla frequentazione dei centri urbani alla coesione della comunità, senza trascurare il benessere mentale del pubblico. "Tutto ciò adesso è a rischio", afferma. “Non c'è dubbio che, se adeguatamente sostenuto, il settore si riprenderà e ancora una volta prospererà. Ma la necessità di un sostegno finanziario diretto è pressante". Pur riconoscendo il sostegno che il governo ha già riconosciuto, si sottolinea come non sia sufficiente, con le difficoltà attraversate dai grandi circuiti, rimasti esclusi dai finanziamenti. Odeon, Vue e Cineworld rappresentano oltre l'80% del mercato, una “massa critica” che contribuisce a determinare il successo di settori come la distribuzione e la produzione. “Senza di loro, il futuro dell'intera industria cinematografica britannica sarebbe estremamente precario".

Tra gli altri artisti che hanno firmato l’appello: Andrea Arnold, Amma Asante, Gurinder Chadha, Richard Curtis, Stephen Daldry, Gareth Edwards, Stephen Frears, Stephen Fry, Sarah Gavron, Paul Greengrass, Armando Iannucci, Asif Kapadia, Jude Law, Philippa Lowthorpe, Kevin Macdonald, Sam Mendes, Christopher Nolan, David Puttnam, Lynne Ramsay, Guy Ritchie, Ridley Scott, Ben Wheatley, Joe Wright, David Yates.